Glossario in ordine alfabetico sui termini dei ponteggi.

ANCORAGGIO

Elemento o sistema che vincola il ponteggio agganciandolo ad una struttura idonea a sopportare le azioni ad essa trasmesse, in modo che ne resti impedito il movimento e resti stabile contro il ribaltamento e la caduta.

Gli ancoraggi più usati sono dei seguenti tipi:

  1. a cravatta – con fissaggio a tubi e giunti attorno a muri o pilastri dell’edificio servito e con l’interposizione di una tavola di ripartizione del carico

  2. ad anello – è possibile solo nel caso di nuove costruzioni richiede, infatti, la possibilità di aggancio ad una parete  abbastanza solida da attraversare con un tondino di acciaio sagomato ad U che viene vincolato all’armatura della parete stessa prima che sia stato realizzato il getto di conglomerato cementizio. Il diametro del tondino è da calcolare secondo lo sforzo applicato e comunque non minore di 6 mm

  3. a vitone – realizzato con elemento di bloccaggio estensibile a vite per forzare su due pareti di contrasto parallele ed ortogonali al vitone stesso

  4. a tassello- permette di ancorare il ponteggio alle pareti nei punti voluti, indipendentemente dalla presenza di aperture o fori preesistenti

 

ANDATOIE

camminamenti protetti da parapetti laterali verso il vuoto, generalmente realizzati con tavole da ponteggio, atti a superare ostacoli o facilitare i movimenti su piani inclinati.

 

ARGANO

Particolare apparecchio di sollevamento a motore normalmente impiegato per il sollevamento del materiale minuto e di peso modesto.

 

 BASETTA

elemento del ponteggio utilizzato per impedire il contatto diretto del tubo verticale sulla superficie di appoggio, e quindi realizzare su detta superficie la ripartizione del carico gravante sul montante. La basetta è inoltre provvista di uno

spinotto che, inserito nel montante, contribuisce al mantenimento della verticalità dello stesso.

 

CAMPO

Parte del ponteggio compresa tra due stilate contigue.

 

CARICO D'ESERCIZIO

il carico per unità di superficie gravante su uno o più impalcati.

 

CONTROVENTATURA

Insieme dei collegamenti strutturali necessari per realizzare collegamenti diagonali nei pini atti ad irrigidire la struttura ed impedire gli spostamenti e le rotazioni dei nodi: di facciata; in pianta; trasversali.

 

CORRENTE

Tubo disposto orizzontalmente che collega tra loro longitudinalmente due telai o comunque due montanti consecutivi.

 

DIAGONALE

aste metalliche necessarie per rinforzare ed irrigidire la struttura lungo le diagonali principali direttrici congiungendo gli angoli estremi ed opposti dei vari nodi nei punti necessari stabiliti dalla autorizzazione o dal progettista. Sono disposte orizzontalmente sotto il pino di transito, nel pino verticale e/o trasversale.

 

GIUNTO

Elemento che permette di realizzare il collegamento rigido fra le varie aste in corrispondenza di quelli che saranno i nodi.

 

IMPALCATO

Elemento strutturale costituito da tavolati, idoneo a realizzare piani di calpestio, ponti di carico o sottoponti per consentire il transito del personale e la movimentazione dei materiali alle varie quote.

 

LUOGO CONDUTTORE RISTRETTO

E' un luogo essenzialmente delimitato da superfici metalliche o comunque conduttrici nel quale è probabile che una persona possa venire in contatto con tali superfici attraverso un’ampia parte del suo corpo, ed è limitata la possibilità di

interrompere tale contatto.

 

MANCORRENTE

fa parte del parapetto e protegge dalla caduta il personale al lavoro sul ponteggio. E’ realizzato con un tubo corrente che svolge anche funzione di mancorrente quando posto ad altezza di 1 m. dal piano di calpestio.

 

MENSOLA

Elemento strutturale che permette l’ampliamento del piano di lavoro verso l’opera servita con sbalzo dall’area intelaiata.

 

MONTANTE

Tubo verticale su cui vengono scaricati tutti i carichi agenti sul ponteggio, propri e di servizio. Nel caso di ponteggi a telai prefabbricati il montante è parte integrante del telaio a sua volta costituente una stilata; altrimenti, per ponteggi a tubi e giunti, il montante è un elemento a sé stante che, composto a mezzo di giunti con più traversi, costituisce una stilata.

 

PARAPETTO FRONTALE A TELAIETTO.

elemento strutturale realizzato a telaio prefabbricato completo ed utilizzato sia come parapetto con mancorrente e corrente intermedio che come controventatura di facciata eliminando la necessità di montaggio della relativa diagonale. Deve sempre essere integrato da tavola fermapiede alta non meno di 20 cm., messa di costa ed aderente al tavolato. Correnti e tavola fermapiede non devono lasciare una luce in senso verticale maggiore di 60 cm.

 

PARASASSI O MANTOVANA

Elemento strutturale necessario a realizzare strutture di protezione contro la caduta di materiali minuti dall’alto sull’area di transito e/o non transennata.

 

PERNI

Sistema di attacco per le membrature secondarie dei ponteggi a telaio prefabbricato.

 

PONTEGGIO

Opera provvisionale necessaria a consentire la effettuazione dei lavori di costruzione o di manutenzione di opere edili, grazie alla possibilità di lavorare alle varie quote sulla superficie esterna della costruzione, realizzando piani di transito e di carico e scarico.

 

PONTEGGIO A TELAI PREFABBRICATI

Ponteggio costituito da telai di forma e dimensioni prefabbricate che consentono la realizzazione di impalcati a livelli altimetrici prefissati.

 

PONTEGGIO A TUBI E GIUNTI

Ponteggio le cui stilate sono costituite da due montanti uniti, a mezzo di giunti, con più traversi, gli impalcati possono essere disposti all’altezza che più conviene secondo il tipo di opera da servire.

 

SOTTOPONTE O PONTE DI SICUREZZA

Gli impalcati ed i ponti di servizio devono avere un sottoponte di sicurezza con la stessa superficie in pianta, con la stessa resistenza e posto ad una distanza non maggiore di 2,5 m; limitatamente a lavori in conglomerato cementizio è consentito il sottoponte in corrispondenza di ogni piano. La sua funzione è quella di trattenere cose e/o persone eventualmente cadute dal ponte sovrastante per rottura dello stesso. Può essere omesso solo per la esecuzione di lavori di manutenzione e riparazione di durata non superiore a 5 giorni.

 

SPINA DI COLLEGAMENTO

viene infilata nei fori praticati nella parte superiore del telaio, e precisamente nello spinotto, e nella parte inferiore del telaio che sullo spinotto viene sovrapposto (i fori sono praticati in maniera tale che corrispondano e che la spina di collegamento li attraversi tutti ed unisca di fatto i due telai ad evitare possibile sfilamento dovuto, per esempio, ad azioni del vento).

 

SPINOTTI

Elementi, utilizzati per il montaggio di strutture in tubo e giunto, che si infilano assialmente sui due tubi montanti in modo da renderli coassiali.

 

STILATA

Nel caso di ponteggi a telai prefabbricati, è una serie di telai sovrapposti e contenuti in un unico piano verticale; altrimenti, per ponteggi a tubi e giunti, per “stilata” s’intende uno o più moduli così costituiti: due montanti uniti, a mezzo di giunti, con più tubi orizzontali, traversi. Ogni stilata standard dista dalla successiva 180 cm; è possibile però, previo calcolo e progetto specifico, aumentare tale valore in modo da mantenere invariata la sicurezza.

 

TELAIO

Struttura rigida realizzata con tubi metallici saldati per realizzare una forma standard la cui altezza non supera i 2 m e la larghezza varia tra i 1,05÷1,20 m. Può essere realizzato nei due schemi strutturali ad H e a portale, con due tipologie di

attacchi: a perni e a boccole. E’ sconsigliabile per grandi altezze e/o per sovraccarichi eccessivi, in quanto richiede rinforzi tali da vanificare la convenienza rispetto al sistema di ponteggio a tubi e giunti. Il grande vantaggio risiede nelle facilità di montaggio e quindi nella rapidità di realizzazione con conseguente riduzione dei costi.

 

TELAIO DI CORONAMENTO

Il più alto di tutti i telai sovrapposti costituenti la ponteggiatura. Viene impiegato per il montaggio del parapetto a protezione del più alto impalcato di servizio utilizzabile. Il telaio di coronamento è presente anche alla sommità della torre-vano per permettere all’ascensore di cantiere di arrivare a servire tutti i piani.

 

TORRE-VANO

Opera provvisionale in cui alloggia e si muove l’ascensore di cantiere.

 

TRAVERSO

Elemento strutturale (tubo) utilizzato per la realizzazione degli elementi orizzontali del telaio prefabbricato a sua volta costituente una stilata e che sorregge i tavolati. L’irrigidimento della struttura nei piani verticali trasversali di stilata è

ottenuto, in sede costruttiva, mediante l’applicazione ai telai ed al traverso di un archetto tubolare; questo è saldato al traverso ed ai montanti assolvendo, così anche alla funzione di rinforzo del traverso stesso. In ponteggi a tubi e giunti,

s’intende l’elemento orizzontale che composto, a mezzo di giunti, con due montanti costituisce una stilata.

 

TUBI

Elementi costituenti tutta la struttura del ponteggio e che collegati in varie lunghezze e dimensioni permettono di realizzare un insieme della resistenza voluta.

VENETO LINEA VITA

Piazza Madre Teresa di Calcutta, 5

località VIGOROVEA

35020 Sant'Angelo di Piove (PD)

Tel. 0418877338  Fax. 041 8871278

Cell. 3404994024

venetolineavita@gmail.com

Progetto, fornitura, posa e manutenzione di Linee vita a norma UNI EN 795. Noleggio di ponteggi con posa in opera certificata.

Prodotti e soluzioni per lavori in quota personalizzati "chiavi in mano".

CONTATTACI SENZA IMPEGNO PER QUALSIASI INFORMAZIONE O PREVENTIVO!

 

La linea vita in Veneto è obbligatoria? CLICCA QUI!